esclusiva

Bolchi: "Skriniar? Per 70 milioni non ci penserei un attimo"

ESCLUSIVA - Bolchi: "Skriniar? Per 70 milioni non ci penserei un attimo"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca
giovedì 21 luglio 2022, 20:08Esclusive
di Daniele Najjar

Skriniar resta o va? Difficile dirlo ad oggi, considerando che il messaggio che filtra dal mondo Inter è: resta, ma se arrivasse davvero una maxi offerta (tradotto: almeno 70 milioni) verrebbe ceduto.

Ne abbiamo parlato con un ex difensore della Beneamata, Bruno Bolchi.

Lei Skriniar lo tratterrebbe anche di fronte ad un'offerta di 70 milioni?

"No, qualunque giocatore, di fronte a certe cifre, devi venderlo. Lo abbiamo visto anche l'anno scorso con il nostro centravanti. Poi sembrava che non potessimo più giocare, ma abbiamo fatto comunque un'ottima stagione, di vertice. Skriniar è un big, mi dispiacerebbe perderlo, ma se sono vere le cifre che mi dice... non ci penserei un secondo"

Da ex difensore però quanto pensa possa essere difficile trovare oggi un giocatore altrettanto affidabile in quel ruolo?

"Difficilissimo, oggi si sono invertite le cose. Una volta l'Italia era maestra nel creare portieri e difensori, dunque tutte le attenzioni erano rivolte agli attaccanti e centrocampisti. Oggi non si insegna più niente nel calcio, viviamo a dirci che siamo bravi e non ci sono più difensori che sappiano difendere. Avere uno come Skriniar è una certezza, perché è un grande giocatore".

Nelle valutazioni lei darebbe un peso anche a quanto è amato dai tifosi, nonché visto da molti come futuro capitano?

"Son due discorsi diversi. Di fronte a tanti soldi, oggi il calcio è questo... una volta avevano un peso la passione, il tifo, poi c'erano anche i soldi, non voglio essere ipocrita. Ma oggi il fattore economico viene prima di tutto il resto. Se se ne andasse, mi dispiacerebbe davvero, lo considero un punto fermo. Ma ripeto, di fronte a certe cifre non vedo come la società possa di di no".

Lukaku quanto potrà spostare gli equilibri?

"Lo abbiamo visto tutti, lo sappiamo cosa sa fare, al di là di quanto successo in Inghilterra, dove probabilmente non si sarà ambientato. L'Inter ha ritrovato un grande giocatore, ora sta all'allenatore saperlo impiegare al meglio. Ma intanto fa un grande piacere riaverlo".

Questa Serie A come si ripresenterà al vertice, considerando che anche le avversarie dei nerazzurri, su tutte la Juventus, si stanno rinforzando?

"Al momento vedo una Serie A con Inter e Milan che ripartiranno da dove hanno terminato, con l'aggiunta della Juventus che sta puntando su giocatori di sicuro rendimento e valore. La lotta oggi la vedo a 3, poi magari fra 15-20 giorni verrò smentito perché nel mercato può cambiare tutto".