esclusiva

Lautaro, l'ex compagno al Liniers: "E' un crack mondiale. Critiche? Ci ha abituati bene"

ESCLUSIVA - Lautaro, l'ex compagno al Liniers: "E' un crack mondiale. Critiche? Ci ha abituati bene"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 17 ottobre 2022, 13:47Esclusive
di Daniele Najjar

L'Inter va, finalmente, e lo fa sempre di più nel segno di quello che è ad oggi il suo attaccante "principe": Lautaro Martinez. Il Toro si è ritrovato con una super prestazione in Champions League contro il Barcellona, dove ha ritrovato la via del gol, per poi ripetersi anche in campionato contro la Salernitana.

La redazione de L'Interista ha contattato in esclusiva Julio Acosta, storico bomber (276 gol fino ad ora) della squadra dove l'attaccante di Bahia Blanca ha mosso i primi passi, il Liniers in Argentina, per ripercorrere il suo percorso in questi anni.

Contro il Barcellona si è rivisto il miglior Lautaro dopo un periodo a secco.

"Io non la vedo così: non c'è stata flessione per me, ma questi sono semplicemente dei momenti che ogni attaccante ha durante l'anno. Il fatto è che questo ci indica un'altra cosa sul Toro, a vederla da un'altra prospettiva...".

Ovvero?

"Che ci sta abituando davvero bene, a volte segnare così spesso ci sembra normale, ma poi quando passano 3 o 4 partite senza gol si parla di crisi ed arrivano le critiche. Ma è normale ed io ho sempre visto il solito Lautaro, con la cattiveria, grinta e concentrazione che lo contraddistinguono".

Si sta abituando a segnare spesso alle big, in Italia ed in Europa.

"E questo lo rende un attaccante top, di livello mondiale, perché è di questo che stiamo parlando. Ecco perché si trova dove si trova, posto che non ha ancora un limite da raggiungere che possiamo stabilire come suo tetto massimo".

Ai tempi del Liniers ti parlava mai dei suoi sogni, dei suoi obiettivi?

"Beh, qui a Liniers ha sempre sognato tutto quello che gli sta succedendo oggi, come d'altronde ogni ragazzo che viene dai dilettanti. L'esordio in prima divisione argentina, la Copa Libertadores, la Champions ed ora Mondiale".

Dove credi che possa ancora migliorare?

"Penso che sia molto completo in tutto e per tutto, anche se vedo che continua a migliorare giorno dopo giorno... non abbiamo ancora visto il suo tetto massimo come ti dicevo, parliamo davvero di un super crack".

Il suo valore crescerà ancora dopo il Mondiale in Qatar?

"Senza dubbio, è una grande occasione per lui il Mondiale, sono certo che sarà fra i protagonisti della competizione".