esclusiva

"Inter, perché non crederci?", l'urlo degli ex, da Ruben Sosa a...Pelé

ESCLUSIVA - "Inter, perché non crederci?", l'urlo degli ex, da Ruben Sosa a...PeléTUTTOmercatoWEB.com
domenica 22 maggio 2022, 10:11Esclusive
di Daniele Najjar

Arrivati a questo punto, perché no? Il Milan arriva all'ultimo atto di questa stagione sapendo di avere un grosso vantaggio: nella partita di questo pomeriggio, contro il Sassuolo, potrà contare su due risultati su tre senza doversi curare di quanto stanno facendo i cugini a San Siro. L'Inter, insomma, sa che vincere questo Scudetto è diventato molto arduo: servirebbe un mezzo miracolo. 

I motivi per crederci, però, ci sono. Li abbiamo chiesti ad alcuni ex giocatori della Beneamata: ecco il loro pensiero.

Ruben Sosa - "Te lo dico ora: l'Inter sarà campione! E poi verrò in Italia a fare festa anche io".

Massimo Paganin - "Una volta arrivati fino alla fine non vedo perché smettere di pensare di potercela fare. L'Inter dovrà vincere e aspettare di sapere cosa accadrà a Sassuolo, ma non bisogna mai smettere di pensare di potercela fare perché qualcosa di straordinario può sempre accadere".

Victor Hugo Pelè - "Io ci credo e ci crederò fino alla fine. Resterò a guardare la partita dei nerazzurri aspettando l'ultimo minuto per pote esultare in caso di vittoria dello Scudetto. L'Inter deve essere Campione. Anche noi ci siamo giocati uno scudetto all'ultima giornata, sotto la pioggia di Parma nel 2008. Quel campo non era facile da espugnare normalmente, figuriamoci con tutta tutta quella pioggia. Non fu facile affrontare quella sfida, perché i gialloblu avevano bisogno di vincere per rimanere in Serie A. L'energia che c'era nel nostro spogliatoio era al di sopra di tutto questo, sapevamo di farcela. E poi avevamo il fenomeno Ibra che era in panchina e che era carico al punto giusto per entrare e risolvere la partita come ha fatto".

Giancarlo Pasinato - "Per me il Milan vincerà, purtroppo non so se ci sia molta storia: loro saranno i favoriti. Noi dobbiamo vincere e aspettare. Se ci faranno questo regalo dovremo essere pronti a raccoglierlo. Ma credo che dopo la battaglia giocata a Milano nel derby perso al ritorno con i rossoneri, beh, lì è stata persa un po' di fiducia".