esclusiva

Brehme: "LuLa, appuntamento con la storia. Giroud e Leao? Nessuna paura"

ESCLUSIVA - Brehme: "LuLa, appuntamento con la storia. Giroud e Leao? Nessuna paura"TUTTOmercatoWEB.com
martedì 9 maggio 2023, 12:00Esclusive
di Daniele Najjar

Tutti gli sforzi, i sacrifici e le fatiche stagionali, concentrate in una notte, anzi due: nel giro di una settimana una fra Inter e Milan dovrà salutare il sogno Champions. E nel modo più doloroso, visto che ad andare in finale sarà la rivale di sempre della stessa città.

Ai microfoni de L’Interista è intervenuto uno che di serate importanti in maglia nerazzurra ne ha vissute parecchie, ovvero l’ex difensore Andy Brehme, Campione del Mondo con la Germania. Brehme non ha dimenticato l'affetto verso i suoi vecchi colori, come racconta anche nella sua nuova autobiografia, la cui versione italiana si intitola: "Ambidestro - Da San Siro a Roma" (disponibile su Bettingermedia.de).

Chi andrà in finale?

"Sono fiducioso, sarà l'Inter ad andarci in finale".

E lì, potrà sognare di alzare la coppa?

"Nonostante Manchester City e Real siano avversari tosti, in una singola partita come la finale di Champions League tutto è possibile. Lo abbiamo visto spesso nel calcio".

Cosa diresti ad Inzaghi, in vista di domani sera?

"E' un ottimo tecnico e non ha bisogno dei miei consigli. Gli direi soltanto che tengo le dita incrociate per lui, per farci vivere altre grandi serate".

Temi Leao, se ce la facesse, e Giroud?

"Leao e Giroud stanno facendo entrambi un'ottima stagione e sono molto pericolosi, non lo scopriamo oggi. Ma l'Inter non deve spaventarsi: la chiave è mantenere la concentrazione al 100% per tutto il match, in quel caso i nostri potranno avere la meglio".

Dopo una stagione di alti e bassi, può essere questa la partita di Lautaro e Lukaku?

"Sì, hanno una grande opportunità e credo che potrebbero partire titolari. Entrambi sanno che possono scrivere la storia".

Che ricordi hai del derby e della settimana prima di questa partita?

"Questa è da sempre la migliore settimana a Milano... che grandi ricordi: quelli più belli sono legati ai derby. Puoi sentire la tensione in ogni strada della città. Anche in una brutta stagione, una vittoria contro il Milan può far felici gli interisti. Figuriamoci in semifinale di Champions...".