esclusiva

Flop Correa, Chazy (SoFoot): "Riscatto? Difficile. In Francia aspettative diverse"

ESCLUSIVA - Flop Correa, Chazy (SoFoot): "Riscatto? Difficile. In Francia aspettative diverse"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
giovedì 23 novembre 2023, 11:34Esclusive
di Daniele Najjar

Il prestito di Joaquin Correa al Marsiglia non sta andando come l'Inter ed il giocatore potessero sperare: l'argentino ha collezionato fino a qui 9 presenze con zero gol ed assist, non riuscendo a dare mai l'impressione di essersi integrato negli schemi della squadra. Per il club francese l'obbligo all’acquisto definitivo scatterebbe - per la cifra di 10 milioni - al raggiungimento della qualificazione in Champions, ma anche da questo punto di vista le notizie non sono buone, dato che il Marsiglia al momento è decimo a ben 11 lunghezze dal terzo posto, che garantisce l'accesso diretto ai gironi e comunque 7 dal quarto, che invece permette di giocarsi i preliminari. 

Il giornalista d'oltralpe, Andrea Chazy di So Foot, è intervenuto in esclusiva per la redazione de L'Interista per parlare di lui e di due suoi connazionali, ovvero Marcus Thuram e Benjamin Pavard.

Con quali aspettative è arrivato Correa in Francia?

"All'inizio la gente aveva delle normali aspettative su di lui, visto che arrivava dall'Inter, squadra finalista dell'ultima Champions League. E' normale che i tifosi del Marsiglia avessero delle speranze: Correa aveva fatto delle buone stagioni in Italia, speravano dunque si potesse ritrovare il miglior Tucu che aveva fatto bene in passato".

Come giudichi il suo rendimento fino a qui?

"Ad oggi non ha dato quanto ci si potesse aspettare. Non ha ancora fatto nessun gol od assist, nel gioco ha ancora difficoltà a trovare la propria collocazione in campo. Il Marsiglia lo dovrebbe comprare in caso di qualificazione alla Champions, ma ora come ora è molto lontano da questo obiettivo. Non è affatto facile, dunque, bisogna vedere cosa succederà nel resto della stagione".

In Francia vi aspettavate un impatto simile da parte di Thuram, all'Inter?

"Una bella sorpresa. Quando un giocatore fa un salto in un top club europeo, c'è sempre curiosità nel capire se riesca a mantenere il proprio livello ed a fare uno step ulteriore. Ha dimostrato le sue qualità e di essere un giocatore perfetto per l'idea di calcio di Simone Inzaghi. Direi dunque una cosa".

Prego.

"Non direi che ci aspettassimo un impatto simile. Sapevamo che lui avesse delle qualità, ma è vero che in pochi potessero pensare ad un rendimento come quello che sta avendo. Vale per Correa e vale per lui: l'Inter è stata finalista di Champions l'anno scorso. Questo dimostra il suo potenziale".

Potenziale per crescere ancora?

"Sì, ha tutto per diventare ancora più forte rispetto ad oggi. Ed inoltre la sua complementarità con Lautaro è stato un grande punto di forza e dimostra ulteriormente la sua intelligenza. Si è adattato molto velocemente ai compagni di squadra, facendo vedere di essere già un top".

Pavard all'Inter: che colpo è stato?

"Sono stato molto contento di vederlo andare all'Inter. E' un top player: non è possibile giocare 30-40 partite all'anno in una squadra come il Bayern Monaco se non sei un top. E' campione del Mondo, da 6 anni in Nazionale. Con Inzaghi diventerà ancora più forte, ha tutte le qualità per diventare un pilastro all'Inter. Quello che farà a Milano avrà un peso nella storia nerazzurra. Può giocare in diverse posizioni, è solido ed è intelligente e non ha ancora dato tutto quello che può dare al calcio. Quando tornerà dall'infortunio darà tanto alla squadra".