esclusiva

Naletilic consiglia Brozovic: "Rinnovi: a volte cambi e ti ritrovi in panchina"

ESCLUSIVA - Naletilic consiglia Brozovic: "Rinnovi: a volte cambi e ti ritrovi in panchina"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
domenica 2 gennaio 2022, 14:57Esclusive
di Daniele Najjar

I rinnovi di Brozovic e Perisic come 'colpi' di gennaio: questo il pensiero dell'agente Fifa Marko Naletilic, procuratore fra gli altri di Mario Pasalic dell'Atalanta, il quale consiglia ad entrambi di trovare un accordo con l'Inter. "Non vedo perché cambiare tanto per cambiare. Sono entrambi considerati importanti a Milano, dove hanno appena vinto". 

La redazione de L'Interista ha contattato l'agente croato per parlare del mercato di riparazione che si sta aprendo.

Che campionato è stato in questa prima metà di stagione?

"Bellissimo, è arrivato un ottimo segnale: negli anni precedenti la Juventus era destinata già da subito a vincere, già si sapeva in anticipo che sarebbe arrivata prima. Ora tante squadre sono in corsa almeno a livello di punti. L'Inter è prima, ma non è al livello della Juventus ammazza-campionato che avevamo conosciuto. Poi, oltre al Napoli ed al Milan, sempre spero nel miracolo Atalanta. Sarebbe veramente bello per coronare un percorso straordinario".

L'Inter dunque è balzata in vetta, ma dovrà ancora sudare per rimanerci?

"Sì. Ovviamente l'Inter parte in prima fila, perché le altre non vincono da tanto, invece i nerazzurri lo hanno appena fatto. Sono favoriti, però è un campionato molto equilibrato. Il Napoli è molto forte. Bisogna sottolineare il grande lavoro che stanno facendo all'Inter a livello dirigenziale e di staff tecnico: la poca tranquillità che c'è a livello di proprietà, non si trasferisce alla squadra. che reagisce in grande stile".

Dal mercato cosa dobbiamo aspettarci?

"Per quanto riguarda l'Inter, qualcuno parla di un imminente cambio proprietà, dunque non so come questo infulirà sulla cosa: se entra il fondo arabo subito, non so se ci sia subito il tempo di intervenire sul mercato. Non mi aspetto grandissime cose, in generale. Sicuramente la Juve deve rinforzarsi, ma le altre hanno già una base importante. Sono tutte lì vicine",

Lei crede più alle voci di un'imminente chiusura con il Fondo PIF, oppure alle smentite dei diretti interessati?

"Auguro all'Inter di avere proprietà economicamente forte. Mi sembra che nelle operazioni che sono in corso stiano cercando di mantenere discrezione. Certo, ci saranno anche dei motivi se ci sono state delle smentite. Dunque spero o che Suning possa stabilizzarsi, oppure che entri una nuova proprietà forte. Se lo meriterebbero Marotta ed Ausilio per il lavoro che stanno facendo e sarebbe bello per il campionato e per l'intero movimento calcistico italiano".

La Coppa d'Africa influirà sulle operazioni di mercato?

"Quello è un problema sempre attuale sicuramente avrà influenza per alcune squadre che vedono partire alcuni giocatori importanti. Non vale solo per quelle che lottano per lo Scudetto come Milan e Napoli, ma anche per la bassa classifica. Tante volte le squadre reagiscono per coprire il ruolo in maniera provvisoria".

Per l'Inter il colpo migliore sarebbe forse il rinnovo di Brozovic...

"E' un giocatore importante. Marcelo gioca in una squadra forte, ha vinto il campionato da protagonista, lo considerano fondamentale, non vedrei grandi motivi per andare in un'altra squadra importante. Gli stipendi possono essere alzati ma c'è un limite, poi serve la volontà di rimanere". 

E Perisic?

"Vale lo stesso discorso, lo apprezzo tanto come giocatore, anche se Marcelo è più giovane, dunque è giusto che riceva offerta più alta. Perisic ha fatto molto bene, è anche lui importante per l'Inter. Non vedo perché cambiare tanto per cambiare: abbiamo visto come a volte cambiando campionato ti ritrovi in panchina...".