live

Volata Scudetto, Correa più di Dzeko. A San Siro spuntano le maglie del Sassuolo

LIVE - Volata Scudetto, Correa più di Dzeko. A San Siro spuntano le maglie del SassuoloTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
domenica 22 maggio 2022, 16:55Live
di Patrick Iannarelli

Quest'oggi sarà una giornata fondamentale per l'Inter, i nerazzurri tenteranno un sorpasso sul traguardo ai danni del Milan: serve un successo contro la Sampdoria e una sconfitta dei rossoneri per poter conquistare lo Scudetto. Segui tutti gli aggiornamenti sull'ultima giornata in diretta su L'Interista!

DOMENICA 22 MAGGIO

16.40 - L'Inter non potrà esporre i due trofei conquistati - Oggi alle 18 si decide la lotta scudetto. Inter in campo a San Siro contro la Sampdoria e, in caso di successo, dovrà aspettare notizie da Reggio Emilia. Secondo quanto riporta l’edizione odierna di Tuttosport, la festa ovviamente sarà a San Siro e, per i non presenti allo stadio, in piazza Duomo. In caso di secondo posto, si legge, la squadra saluterà i tifosi senza mostrare i due trofei conquistati in stagione, la Supercoppa Italiana e la Coppa Italia.

16.10 - A San Siro spuntano due maglie del Sassuolo - A San Siro ci si affida ad ogni mezzo per provare a "rovinare" la festa Scudetto del Milan. Tra i tifosi interisti già presenti all'esterno del Meazza sono infatti apparse due maglie del Sassuolo, come testimoniato dall'immagine realizzata da Sky Sport. I tifosi sperano in un aiuto da Reggio Emilia per festeggiare quello che, allo stato dell'arte, sarebbe un vero e proprio miracolo sportivo.

15.50 - Già molti tifosi al Meazza - Inizia già ad affollarsi l'esterno del Meazza: l'apertura dei cancelli, lo ricordiamo, è prevista per le ore 16. Qui il video

15.30 - Attesi in 70mila a San Siro - Ultima giornata di campionato e ultima sfida a San Siro della stagione: sarà l'occasione, per il pubblico nerazzurro, per stare vicino un'ultima volta ai ragazzi di Simone Inzaghi, impegnati nella sfida contro la Sampdoria in programma domenica 22 maggio alle 18:00. Saranno più di 70mila i tifosi presenti al Meazza, per una cornice nerazzurra emozionante. Lo riporta Inter.it. 

14.00 - Correa in vantaggio su Dzeko - Joaquin Correa consolida la propria posizione di vantaggio nella bagarre per accaparrarsi un posto al fianco di Lautaro Martinez. È quanto emerge dall'ultimo aggiornamento di Sky Sport in vista della sfida tra Inter e Sampdoria: il Tucu, secondo la nota emittente, è da considerarsi dunque favorito su Edin Dzeko per duettare in attacco con il connazionale.

13.15 - Moratti: "Lo Scudetto? Da interista spero succeda" - "Lo Scudetto? Diciamo che non dipende più da noi". Ospite di Radio 1 Rai all'interno della trasmissione 'Extratime', l'ex presidente nerazzurro Massimo Moratti ha confidato di nutrire ancora una piccola speranza in vista dell'atto finale di questa sera: "L'importante per noi è vincere con la Sampdoria, poi nel calcio può succedere di tutto. Penso sia una cosa abbastanza difficile, ma come interista spero che succeda".

11.10 - Candreva e Sensi, due ex a San Siro - Ottenuta la salvezza, la Sampdoria si giocherà tutte le carte a San Siro: davanti al grande pubblico nerazzurro torneranno due ex della squadra, Antonio Candreva e Stefano Sensi. Il primo partirà sicuramente come titolare, mentre il secondo (partito in prestito a gennaio) è reduce da un infortunio e potrebbe subentrare a partita in corso.

09.05 - Ballottaggio in attacco, spunta Correa - A poche ore dall'inizio del match decisivo per lo scudetto, ancora qualche dubbio per Simone Inzaghi sulla formazione che andrà ad affrontare la Sampdoria. Il tandem d'attacco infatti ha la sola certezza Lautaro Martinez, mentre al suo fianco secondo le ultime indiscrezioni scenderà il campo Joaquin Correa, preferito a Sanchez e Dzeko.

SABATO 21 MAGGIO 

23.30Zhang sempre vicino alla squadra: oggi era ad Appiano. Con lui Marotta - L'ultimo allenamento prima del grande finale. L'Inter si è ritrovata nel pomeriggio ad Appiano per rifinire gli ultimi dettagli in vista della Sampdoria, e Handanovic e compagni hanno potuto contare sull'appoggio di Steven Zhang. Il giovane presidente nerazzurro, in tenuta casual, si è recato alla Pinetina per dimostrare tutta la vicinanza alla squadra in un momento a dir poco decisivo. Presente con lui pure Marotta. Zhang ha scambiato qualche chiacchiera con Inzaghi come si vede dalla foto, oltre a stringere la mano all'esperto Edin Dzeko. CLICCA QUI PER LE FOTO

21.15Raspadori promette battaglia al Milan: "Vogliamo i 3 punti per la classifica" - Lo aveva già fatto intuire in settimana e lo ha ripetuto pure ai microfoni di 'Rai 2': Giacomo Raspadori non ha intenzione di rendere facile la vita domani al Milan. Anzi promette battaglia: il Sassuolo è intenzionato a portare i 3 punti al cospetto dei rossoneri di Pioli. "Siamo concentrati su quello che dobbiamo fare perché vogliamo finire bene - le parole del talento neroverde a 'Dribbling' -. Se vogliamo migliorare la classifica l'unico modo che abbiamo sono fare i 3 punti. Chiellini e Dybala? Sono giocatori che ho visto da bambini, quando ci giochi contro fa impressione".

19.20 - I convocati della Sampdoria: assente Conti, ci saranno tre Primavera - La Sampdoria si prepara ad affrontare l'Inter nell'ultima giornata di questo campionato: stamattina i blucerchiati hanno completato la rifinitura in vista della partita di domani, sotto gli occhi vigili del presidente Marco Lanna, del responsabile delle aree tecniche Carlo Osti e del direttore sportivo Daniele Faggiano. Inoltre è stata anche diramata la lista dei convocati dove figurano i nomi di tre Primavera.  

17.30 - Sassuolo, Magnanelli avvisa il Milan: "Non ci tireremo indietro" - Francesco Magnanelli, capitano del Sassuolo, darà l'addio al calcio domani ed oggi ha organizzato una conferenza stampa, nella quale ha parlato anche della sfida contro il Milan: "Mi aspetto una giornata di sport, non è un modo di dire, e dentro una giornata di sport c'è tutto: sportività, voglia di prevalere sull'avversario. Giocheremo per vincere sapendo che affronteremo una squadra che non vince lo scudetto da 10 anni e ha la possibilità di vincere lo scudetto. Se perdiamo non è perché ci siamo tirati indietro, se vinciamo sarà perché siamo stati bravi, siamo stati il Sassuolo, abbiamo talento e una squadra forte. Di sicuro non ci tireremo indietro. Abbiamo fatto una bella settimana, siamo pronti".

16.20 - Steven Zhang ha assistito all'allenamento nel pomeriggio - C'era anche Steven Zhang quest'oggi ad Appiano per assistere all'allenamento dell'Inter, che domani sfiderà la Sampdoria al Meazza nell'ultimo turno di campionato. La squadra - riferisce Gazzetta.it - è scesa in campo nel pomeriggio, subito dopo la conferenza di Simone Inzaghi, e ha continuato a preparare il match con i blucerchiati sotto gli occhi del proprio giovane presidente. Un segno di come tutto il gruppo sia fortemente compatto, compresi staff, dirigenza e proprietà.

15.40 - Prevista maxi-affluenza a San Siro: apertura cancelli alle 16 - In vista della massiccia affluenza prevista a San Siro in occasione della sfida tra Inter e Sampdoria, i cancelli del Meazza apriranno alle ore 16. A comunicarlo è lo stesso club nerazzurro, che invita i propri tifosi a recarsi allo stadio già a ridosso dell'orario di apertura per agevolare le operazioni di afflusso: tutti gli spettatori dovranno infatti sottoporsi ai necessari controlli di sicurezza.

15.00 - Pioli: "Siamo stati i migliori fino a oggi, dobbiamo esserlo anche domani" - Parole e pensieri di Stefano Pioli, che alla vigilia del match point Scudetto contro il Sassuolo ha caricato così la sua squadra in conferenza stampa: "Abbiamo preparato la partita con lavoro, concentrazione e serenità. Non conta ciò che hai fatto fino a ieri, ma conta ciò che saremo in grado di fare domani. Abbiamo una grande occasione: ce la siamo costruita e meritata, ma ora bisogna finirla", le parole del tecnico del Milan.

13.30 - La Lega: "Cerimonia al Mapei o a San Siro" - La cerimonia di premiazione avverrà o al Mapei Stadium – Città del Tricolore di Reggio Emilia, al termine dell’incontro Sassuolo – Milan, o allo stadio Giuseppe Meazza di Milano, alla fine della gara Inter – Sampdoria. Tutti i giocatori e l’allenatore della squadra che si aggiudicherà lo scudetto saranno chiamati sul palco per ricevere la medaglia d’oro di Campione d’Italia, col capitano che salirà per ultimo per alzare il trofeo. La cerimonia di premiazione verrà trasmessa in diretta da DAZN, SKY e broadcaster esteri

13.00 - L'appello della Nord: "Dimostriamo che siamo più forti -  La Curva Nord, tramite il suo profilo Facebook, ha voluto rivolgere a tutti i tifosi un invito particolare in vista di domenica, dimostrando di essere sempre al fianco della squadra. Qui il comunicato integrale.

12.51 - Inzaghi: "Milan e Inter si preoccupino di Sassuolo e Samp" - Il tecnico nerazzurro ha presentato la partita di domani contro la Sampdoria nella consueta conferenza stampa, analizzando l'avversario: "Dovremo essere bravi a dare tutto in quei 90 minuti. Dobbiamo concentrarci solo sui blucerchiati perché sono liberi di testa, il nostro destino non dipende soltanto da noi, ma passa dalla Sampdoria. Abbiamo preparato la partita nel modo giusto, come le altre 51". Un pensiero anche sul futuro di Perisic: "Spero che possa restare. Abbiamo un appuntamento la prossima settimana con la società per fare un punto sulla situazione".

10.23 - Le scelte di Inzaghi: Dumfries pronto al ritorno dal 1', staffetta con Darmian - Inzaghi continua a preparare la sfida di domani contro la Sampdoria in programma domani alle ore 18.00 a San Siro. Il tecnico non vuole sbagliare la formazione titolare e sta analizzando intensamente ogni situazione. Oltre al ballottaggio offensivo, il Corriere dello Sport sottolinea come resti pure un dubbio per la fascia destra. Dopo le panchine sia nella finale di Coppa Italia sia nella trasferta di Cagliari, Dumfries dovrebbe tornare titolare con Darmian pronto a subentrare nella ripresa, in una staffetta programmata che dovrebbe premiare l’olandese dal primo minuto.

VENERDI' 20 MAGGIO

21.00 - Samp, Sensi si allena a parte - La Sampdoria continua gli allenamenti in vista dell’Inter. A Bogliasco riunione in sala video prima di scendere in campo: riscaldamento atletico e lavori tecnico tattici con finalizzazioni a rete. Lavori a parte per Ciccio Caputo, Conti, Giovinco e l’ex di turno Stefano Sensi. Sempre in fase di riabilitazione l’attaccante Gabbiadini, mentre Supriaha è ancora impegnato con l’Under21 dell’Ucraina. Appuntamento domani mattina al Mugnaini per la rifinitura prima di partire in direzione Milano.

17.00 - San Siro esaurito per sognare il miracolo - L’Inter è pronta ad essere accolta da un muro nerazzurrro per l’ultima gara in casa della stagione contro la Sampdoria, in programma domenica alle ore 18.00. Come confermato dal Corriere dello Sport la gara si giocherà in uno stadio, San Siro, quasi esaurito. Sono stati infatti venduti solamente 600 biglietti nel settore ospite (c’è da considerare anche che la Sampdoria è già salva) mentre nel resto dello stadio sono rimaste solo poche decine di tagliandi. Insomma, una domenica da seguire con il cuore in gola, con tutti i tifosi pronti ad abbracciar la squadra e a sognare nel miracolo.

11.00 - Lanna e Audero avvisano l'Inter - Sia il presidente della Sampdoria Lanna che il portiere Audero hanno avvisato l'Inter in vista della gara di domenica. "Abbiamo la testa libera dopo la salvezza raggiunta e, come dimostra il risultato di Bologna-Inter, esiti scritti in questa stagione non ci sono" ha dichiarato il Presidente, mentre Audero ha confermato: "Andremo a Milano a fare una partita seria e me la godrò: andrò a giocarmi una bella partita di calcio in uno stadio tutto esaurito".

09.53 - Ipotesi Sanchez dal 1' - Come riportato dal Corriere dello Sport, Simone Inzaghi sta studiando la formazione anti-Sampdoria, l'ultima della stagione. Il dubbio riguarda il partner offensivo di Lautaro con Alexis Sanchez che sta scalando le posizioni: il cileno ha gamba ed è pronto a prendersi la maglia da titolare.

09:15 - Quagliarella avvisa l'Inter - "Sfidiamo uno squadrone, ma non possiamo permetterci figuracce". Parole di Fabio Quagliarella alla Gazzetta dello Sport quest'oggi che ribadisce poi: "Abbiamo visto con la Fiorentina quanto conti avere la testa libera, giocheremo in un San Siro gremito e tutti gli occhi saranno su di noi e su Reggio Emilia, dobbiamo onorare l'impegno".

MERCOLEDI' 19 MAGGIO

21:28 - Stop alla vendita di alcolici in zona San Siro - Stop alla vendita di alcolici a Milano sia in zona San Siro che in zona Duomo e nel centro durante e dopo la partita di domenica 22 maggio tra Inter e Sampdoria. Lo ha deciso la Prefettura di Milano, comunicandolo con una nota stampa.

«In occasione dell’incontro di calcio Inter vs Sampdoria, valevole per il campionato nazionale di Serie A, stagione 2021/2022, è vietata la vendita e la somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche e di bevande per asporto in contenitori di vetro e lattine, sia in forma fissa che ambulante», si legge nel comunicato.

«Il divieto sarà in vigore, dalle ore 18.00 del 22 maggio 2022 alle ore 2.00 del 23 maggio p.v, nella Zona Centro e dintorni, Corso Como, zona Darsena, zona Sempione e nelle vie adiacenti e dalle ore 14.00 del 22 maggio 2022 alle ore 2.00 del 23 maggio p.v nella zona di San Siro e dintorni», conclude la Prefettura.

19:24 - Inter-Samp, due dubbi per Inzaghi - L'Inter si avvicina all'ultima partita della stagione contro la Sampdoria e Simone Inzaghi ha ancora due dubbi per il match di San Siro. Secondo quanto riportato da gazzetta.it, il ballottaggio tra Edin Dzeko Joaquin Correa è sempre aperto, con il bosniaco favorito sull'argentino. In pole anche Denzel Dumfries, ma Matteo Darmian dopo il gol di Cagliari tenta il sorpasso.

18:50 - Sala sul maxischermo - Giuseppe Sala, sindaco di Milano, è intervenuto su Instagram per precisare quella che è la sua posizione in merito alla possibilità dell'installazione di un maxi schermo in città per Sassuolo-Milan. Questo ciò che ha scritto: "Tanti tifosi del Milan chiedono l'installazione di un maxi schermo per vedere domenica la partita con il Sassuolo. Al netto dell’impossibilità materiale di usare Piazza Duomo (ancora occupata dalle strutture del concerto di Radio Italia della sera prima), ho parlato con il Presidente del Milan, Paolo Scaroni, e gli ho fatto presente che lato Comune e Questura non c’è nessun veto perché la società installi in altra zona della città uno schermo per vedere la partita. Ovviamente ci saranno le opportune valutazioni con particolare attenzione ai temi inerenti l'ordine pubblico, ma questo non toglie che siamo più che pronti ad ascoltare e accogliere la proposta che ci verrà fatta".

15.41 - L'allenamento ad Appiano e la carica di mister Inzaghi: "Energia nerazzurra" - L'Inter ieri è tornata ad allenarsi mettendo così ufficialmente nel mirino la Sampdoria di Giampaolo. E la concentrazione alla Pinetina non può che essere al massimo per un match, quello contro i blucerchiati, che potrebbe - Milan permettendo - consegnare la seconda stella ai nerazzurri. Intanto la stessa Inter, attraverso il proprio profilo Twitter, prova ad incendiare l'atmosfera con qualche immagine dell'allenamento odierno.

12.45 - Serie A, designazioni arbitrali: scelto Di Bello per Inter-Samp. Doveri col Milan - Inter-Sampdoria a Marco Di Bello della sezione di Brindisi. Sarà il fischietto pugliese a dirigere l’ultima di campionato dei nerazzurri, appuntamento in programma domenica a San Siro ore 18:00. Di Bello avrà come assistenti Preti e Giallatini, il Quarto Uomo sarà Pezzuto. VAR dell'incontro Irrati, Assistente VAR Meraviglia. Gli occhi domenica saranno puntati pure su Reggio Emilia dove andrà in scena Sassuolo-Milan, altra gara determinante per lo scudetto: Rocchi ha scelto il fischietto Doveri, esperto, con Aureliano al Var. QUI LE DESIGNAZIONI COMPLETE

11.30 - Sabiri avvisa l'Inter: "Spero un gol su punizione, la Samp vuole chiudere al massimo" - A domanda precisa, Abdelhamid Sabiri non si tira indietro nel rispondere. L'edizione odierna di Genova de Il Secolo XIX ha pubblicato un'intervista al trequartista della Sampdoria, ultimo eroe del Derby della Lanterna. Il quotidiano ligure ha chiesto al marocchino se contro l'Inter si replicherà con un calcio di punzione: "Speriamo di si, ma la cosa più importante è fare una partita seria come con la Fiorentina e finire al massimo".

10.45 - Giampaolo avvisa l'Inter: "Di scontato non c'è nulla, le partite si giocano" - Intervistato da 'Il Giornale', Marco Giampaolo, tecnico della Sampdoria, è stato stuzzicato sull'ultima partita da giocare con l'Inter. Un match cruciale anche in ottica scudetto. L'ex Milan è sembrato avere le idee molto chiare: "Nell'ultima giornata di campionato, la numero 37: il Venezia, già retrocesso, fa un punto a Roma, noi della Samp, pur salvi, siamo riusciti a vincere con la Fiorentina che si giocava l'Europa - le parole dell'allenatore abruzzese -. Oggi il campionato italiano dimostra che le squadre si giocano le partite: di scontato non c'è nulla e soprattutto fare brutte figure non piace a nessuno. Magari vince la più forte, ma le partite si giocano".

10.15Inzaghi-Pioli, sfida all'ultimo respiro: l'interista avrebbe dovuto già vincere. E lui lo sa - Comunque vada sarà un successo. O un’impresa, come titola l’edizione odierna de Il Corriere dello Sport. Quella tra Simone Inzaghi e Stefano Pioli è una sfida che va ben oltre il solito pronostico. In prima battuta perché il Milan si ritroverebbe a festeggiare con una rosa, sulla carta, inferiore a quella dell’Inter. In secondo luogo, invece, Pioli durante il campionato ha trovato armi segrete a cui affidarsi. Il carisma di Ibrahimovic, ma anche l’esplosività di Leao, Tonali o una difesa solida. Inzaghi, che secondo il quotidiano avrebbe dovuto vincere già il campionato con giornate di anticipo per organico ed andamento (lui stesso lo sa), batterebbe tutti i favori del pronostico da debuttante all’Inter. L’ex Lazio, ad oggi, ha alzato due trofei: la Supercoppa a gennaio e la Coppa Italia a maggio. Lo Scudetto sarebbe la ciliegina sulla torta, ma comunque vada ad Inzaghi gli si potrà dire poco o nulla.

09.00L'ultimo patto tra Inzaghi e la squadra: lo scudetto è ancora possibile - Una grigliata sì, ma solo per compattarsi ulteriormente. Nessun saluto, o segnale di fine corsa: c'è ancora un traguardo da giocarsi e l'Inter ci crede tanto. Anzi tantissimo. Ieri, alla ripresa degli allenamenti, Simone Inzaghi ha voluto siglare l'ultimo patto con i suoi: la stagione non è finita, c'è un obiettivo da centrare per il quale si lotta fino all'8 luglio. E aldilà dell'esito finale, meglio non avere rimpianti. Concentrazione massima e guai a rovinare la partita con la Samp con approcci simili a quelli mostrati con l'Empoli. Vietato inoltre guardare in casa d'altri: pensare solo a quello che si può governare direttamente. Per il resto si vedrà alla fine.

MERCOLEDI' 18 MAGGIO

22.15 - Dumfries rischia la terza panchina consecutiva: in dubbio pure Dzeko - Quest'oggi l'Inter ha ripreso a lavorare ad Appiano Gentile con tanto di grigliata. Il clima è positivo in vista della sfida con la Sampdoria: servirà vincere per forza, e Inzaghi sembra avere anche le idee chiare in merito alla formazione da mettere in campo dal 1' al Meazza. L'undici sarà di fatto quello tipo, con due soli dubbi da sciogliere. Dumfries, in panchina con Juve e Cagliari (è entrato solo a gara in corso) rischia di restare fuori dall'inizio pure contro i liguri in favore di Darmian. Potrebbe fargli compagnia Dzeko, che sembra aver finito la benzina: è ballottaggio con Correa per affiancare lo scatenato Lautaro Martinez in attacco

20.30 - Sassuolo-Milan, spuntano i biglietti contraffatti: la denuncia del club neroverde - Nelle ultime ore sono stati messi in vendita dei biglietti contraffatti per assistere dal vivo alla sfida scudetto tra Sassuolo e Milan. Il club neroverde ha comunicato ufficialmente di aver presentato una denuncia, mostrando anche una copia dei tagliandi in questione. Di seguito la nota degli emiliani: "Si comunica che in data odierna la società ha provveduto ad esporre formale denuncia in relazione alla messa in commercio di biglietti contraffatti da parte di soggetti, al momento, non ancora identificati ma che verranno perseguiti ai sensi di legge. Si avvisa i potenziali acquirenti che i biglietti in questione non abiliteranno l’accesso allo stadio per la partita Sassuolo-Milan e che tutti gli eventuali fruitori non potranno, conseguentemente, assistere alla gara in questione. Si ricorda inoltre che gli unici tagliandi che consentiranno l’accesso allo stadio saranno quelli effettivamente emessi da U.S. Sassuolo Calcio srl".

18.15Ad Appiano allenamento e non solo: Vidal griglia insieme a Lautaro e Correa - Mancano pochi giorni all'ultimo ballo della stagione e l'Inter torna così ad allenarsi alla Pinetina. Ma in vista dell'impegno casalingo contro la Sampdoria di Giampaolo gli uomini di Inzaghi non si sono solo allenati ad Appiano, ma hanno anche voluto organizzare una grigliata. Il tutto testimoniato da una storia Instagram di Arturo Vidal, che ha inquadrato altri due sudamericani della Beneamata, ovvero Lautaro Martinez e Joaquin Correa.

17.40 - Carnevali precisa: "Molto legato a Marotta, ma sono amico anche di Maldini e Massara" - "Il Milan sta attraversando un grande momento di forma, ha dimostrato di avere un organico forte e si sta meritato questo primo posto in classifica. Ciò premesso, spero che un pochino Pioli sia preoccupato di affrontarci". A dirlo, in un'intervista concessa ai taccuini del Corriere dello Sport, è stato l'amministratore delegato del Sassuolo Giovanni Carnevali.

Stia al gioco: sa che se batterà il Milan, il suo amico Marotta è pronto a pagarle cene... per i prossimi dieci anni? 
"In questi giorni di cene insieme, non se ne parla. Sono molto legato a Marotta, con il quale ho lavorato e dal quale ho imparato tanto, ma sono amico pure di Maldini e di Massara, che è stato un mio calciatore al Pavia".

12.00 - Oggi la ripresa ad Appiano, ballottaggio Dzeko-Correa - Dopo i due giorni di riposo concessi da Simone Inzaghi, l'Inter riprenderà oggi gli allenamenti ad Appiano in vista dell'ultima giornata di campionato. Per il match del Meazza contro la Sampdoria potrebbe rinnovarsi il ballottaggio in attacco tra Dzeko e Correa, in lizza per affiancare Lautaro nel tandem offensivo. Dalla cintola in giù non sono attese sorprese: l'intenzione del tecnico è quella di puntare sull'undici titolare.

10.50 - Dionisi: "Non saremo uno sparring partner" - "Capisco che qualcuno, anzi tanti diano per scontata la loro vittoria contro di noi. Ma per il Sassuolo quel risultato non è affatto scontato. Non saremo uno sparring partner, questo è sicuro". Dopo Giovanni Carnevali, anche Alessio Dionisi garantisce il massimo impegno nella sfida di domenica contro il Milan. Il tecnico del Sassuolo ha rilasciato un'intervista a La Gazzetta dello Sport, mettendo in guardia i rossoneri, che a Reggio Emilia inseguiranno il loro diciannovesimo Scudetto: "Noi non abbiamo nulla da perdere, ma abbiamo le qualità per metterli in difficoltà. Certo, per la prima volta sfidiamo una grande squadra che ha più motivazioni di noi. Però sappiamo cosa fare, sperando che basti. Noi cerchiamo sempre di imporre il gioco, ma se capita attacchiamo velocemente. Come il Milan, che negli spazi e nelle transizioni veloci può fare male a tutti".

9.30 - Carnevali: "Non faremo favori a nessuno" - "Da domenica quando cammino per strada mi avvicinano gli interisti e mi dicono 'Mi raccomando...'. Io sorrido". A dirlo, ai taccuini del Corriere dello Sport, è stato l'a.d. del Sassuolo Giovanni Carnevali: "Passano due minuti e arrivano dei milanisti che ripetono la stessa frase. E io sorrido ancora. Noi non vogliamo fare favori a nessuno: l'unico obiettivo è disputare il nostro incontro e cercare di conquistare punti per arrivare decimi o magari noni. Di certo ci metteremo il massimo dell'impegno e della professionalità come è sempre successo in questi anni. La prossima sarà la decima stagione di fila in A e per il Sassuolo è un traguardo notevole".

MARTEDI' 17 MAGGIO

23.15 - Dionisi in vista del Milan: "Vogliamo finire bene la stagione, non facciamo favori"  - Intervistato da 'Tmw', Alessio Dionisi, tecnico del Sassuolo, è stato stuzzicato in merito al prossimo match col Milan, determinante per assegnare lo scudetto. "Speravamo di vivere questa settimana, non si poteva desiderare di meglio che finire contro una squadra importante che si giocherà tanto - le parole del giovane tecnico ex Venezia -. Noi l'affronteremo nel miglior modo possibile, con entusiasmo: ci piacerebbe finire in maniera positiva, sappiamo che sarà una partita difficile. Un 5 maggio al contrario? Io mi limito a parlare del Sassuolo, non facciamo favori ad altri".

21.00 - Ipotesi maxi-schermo per Sassuolo-Milan: due le aree individuate in città - Quella che sta per arrivare si prospetta una domenica calcistica a dir poco calda per la città di Milano. Inter e Milan si contendono lo scudetto, ed entrambe giocheranno in contemporanea tra cinque giorni: i tifosi nerazzurri riempiranno San Siro (c'è la gara con la Samp al Meazza), mentre Ibrahimovic e compagni saranno impegnati al Mapei Stadium al cospetto del Sassuolo. Il settore ospiti dell'impianto emiliano è già pieno, e lo stesso club rossonero ha invitato i supporter a non recarsi allo stadio senza biglietto. L'idea lanciata da alcuni consiglieri del comune di Milano è quella di posizionare un maxi-schermo per permettere ai tifosi del Milan di vedere la gara e "prevenire eventuali criticità" relative alla festa scudetto. Le due aree evidenziate da Alessandro De Chirico, capogruppo di 'Forza Italia' sono Piazza Duca D'Aosta e l'Arena Civica.

19.15Milan, sale l'attesa per domenica. Il club invita i tifosi a non presentarsi sprovvisti di biglietto - Sale la febbre in casa Milan in vista della sfida di domenica contro il Sassuolo, che potrebbe riconsegnare lo Scudetto ai rossoneri a undici anni di distanza dall'ultima volta. Con una nota ufficiale, il club meneghino ha esortato i propri tifosi a non presentarsi al Mapei sprovvisti di biglietto.

15.40 - Moratti: "Chissà che il 22 maggio non diventi il 5 maggio del Milan" - "Devo dire che è tosta - ha ammesso l'ex presidente ad Adnkronos -, ma nel calcio tutto è possibile, i miracoli possono sempre accadere. Quello che appare scontato e deciso, poi si ribalta in un attimo, è successo anche a noi diverse volte, anche se sono più le volte in cui è andata bene. Sono due grandi squadre, ma può piovere come a Perugia o succedere a loro quello che è capitato a noi quel maledetto 5 maggio e chissà se magari il 22 maggio non diventi il loro 5 maggio".

13.20 - Carnevali: "Mai fatto regali al Milan" - "Abbiamo il dovere di chiudere il campionato nel migliore dei modi", parole di Giovanni Carnevali, amministratore delegato del Sassuolo, sentito dal Corriere della Sera a pochi giorni dalla gara dei neroverdi contro il Milan decisiva per lo scudetto. "In passato abbiamo fatto parecchio male ai rossoneri - ricorda il dirigente -, dalla sconfitta che causò l'esonero di Allegri fino alle vittorie contro Pippo Inzaghi e Seedorf. Ma non dimentichiamo che quest'anno abbiamo battuto anche Inter e Juventus, non abbiamo mai regalato nulla a nessuno".

12.41 - Per l'Inter nessun programma per la festa, a San Siro presente De Siervo - Con lo scudetto ancora in bilico, anche se nelle mani del Milan, il Corriere della Sera si interroga su quale potranno essere gli scenari dei festeggiamenti a Milano domenica. Il presidente di Lega Casini sarà allo stadio a Reggio Emilia, dove se i rossoneri dovessero laurearsi campioni faranno partire la festa proprio al Mapei Stadium, per poi trasferirsi a Milano (non San Siro) nella serata. Niente di organizzato in casa Inter, l'amministratore delegato della Lega De Siervo sarà comunque presente al Meazza in caso di premiazione.