esclusiva

Onana, l'amico di sempre: "Mi parla dell'Inter tutti i giorni: per lui è un sogno"

ESCLUSIVA - Onana, l'amico di sempre: "Mi parla dell'Inter tutti i giorni: per lui è un sogno"TUTTOmercatoWEB.com
venerdì 1 luglio 2022, 16:25Esclusive
di Daniele Najjar

Tempo di ufficialità in casa Inter. Dopo quelle di Lukaku e Asllani, oggi è il turno di Onana: per lui e Mkhitarian l'Inter ha potuto depositare questa mattina i rispettivi contratti stipulati.

Per conoscere un po' meglio il portiere camerunese, la redazione de L'Interista ha contattato in esclusiva Jules Youmeni. Jules è amico di André fin dai tempi in cui, in Camerun da bambini, entrambi facevano parte della Fondazione Eto'o (la Samuel Eto'o Academy), trampolino di lancio dell'ex storico attaccante nerazzurro. 

Jules, ci racconti la tua lunga amicizia con Onana?

"Siamo amici da quando eravamo nella fondazione di Eto'o, non posso dunque chiamarla amicizia. Da quando ho incontrato André, siamo stati come fratelli. Fin da bambini, fin da subito abbiamo avuto un grande rapporto e lui per me è stato un vero fratello maggiore, con l'unica differenza che aveva una madre differente dalla mia".

Ci racconti l'Onana che hai conosciuto in Camerun, da bambino?

"André è sempre stato disponibile e importante per chi gli stava vicino, voleva sempre aiutarci tutti in ogni circostanza. Si è comportato come un padre di famiglia. Dal primo giorno in cui l'ho conosciuto è sempre stato un leader".

Quanto è stato importante per voi far parte della Fondazione creata da Eto'o?

"È stato molto importante per noi perché ci ha dato l'opportunità di seguire i nostri sogni giocando a calcio, di andare a scuola e avere l'opportunità di viaggiare in tutto il mondo per competere con le migliori accademy. Ogni giocatore ha preso strade diverse, André ha sempre preso buone decisioni e ha fatto molto bene dove è andato nella sua carriera professionale".

Come lo vedi per questa nuova avventura all'Inter?

"Andre è molto emozionato e carico per questa avventura, me ne parla ogni singolo giorno davvero! E' pronto a impegnarsi al 1000% e ancora di più. È un grande sogno per lui poter indossare una maglia storica come questa. André sarà un idolo a Milano".

In cosa lo hai visto cambiare in questi anni?

"Partiamo dal presupposto che André è tutt'ora un ragazzo  E penso che sia lo stesso ragazzo che era allora, con un grande carattere, sempre pronto ad aiutare le altre persone intorno a lui, sempre dedito al lavoro. Abbiamo entrambe ottime sensazioni per il prossimo futuro".

Anche da alcune recenti interviste fatte in Olanda, André sembra avere una grande personalità e di aver paura di poche cose... ce lo confermi?

"Certo, assolutamente. Questa è una grande qualità di André, la personalità: non ha paura di niente. E' arrivato fin qui per via della sua mentalità. Fare il portiere è una scelta non da tutti, perché è un ruolo molto difficile. Ma ha sempre superato tutti gli ostacoli. I grandi giocatori sono grandi per la loro mentalità, e in questo lui è il numero uno".

Cosa vuoi dire ai tifosi dell'Inter che ti leggeranno?

"Voglio solo dirgli di essere certi che potranno apprezzare le sua qualità a San Siro, metterà in mostra le sue abilità e diventerà presto un loro beniamino".