esclusiva

L'avv. Grosso: "Solo la Juventus punita? Intercettazioni differenza non da poco"

ESCLUSIVA - L'avv. Grosso: "Solo la Juventus punita? Intercettazioni differenza non da poco"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
sabato 21 gennaio 2023, 17:34Esclusive
di Daniele Najjar

Il primo responso legato alle indagini relative alle plusvalenze è arrivato nella serata di ieri ed ha stravolto la classifica del campionato in corso: quindici punti di penalizzazione per la Juventus, che scivola così a 22 punti.

Il calcio italiano rimane dunque in attesa: dei ricorsi e dei nuovi processi riguardanti il club bianconero e non solo.  La redazione de L'Interista ha contattato l'avvocato Leonardo Grosso, in passato portiere di Genoa, Perugia, Spal e Modena, per capire quali scenari aspettarsi dal prossimo futuro.

Avvocato, che ne pensa della decisione arrivata ieri sera?

"Le premesse sono piuttosto scontate: il giochino delle plusvalenze è stato sempre molto utile per mettere a posto i bilanci, no? Quello che è certo è che se ne abusa, perché sono tanto tanto belle, comode per per sistemare i bilanci. Con una aggiustatina mi fa tornare pari i conti. Qui ci stiamo fidando del fatto che un giocatore preso per 50 centesimi sia diventato un fenomeno. Insomma: tutto molto aleatorio". 

Quali scenari aspettarsi ora?

"Siamo soltanto all'inizio: CAF, CONI, TAR, c'è di tutto. La Juventus viene punita, gli altri club no. Leggendo senza saperne molto, mi pare che qui la differenza siano legata alle intercettazioni telefoniche. Se è così e ci sono delle chiamate, beh... hai detto niente! L'onere della prova grava sull'organo inquirente. Le intercettazioni fanno una grande differenza. Evidentemente, se è così, hanno qualche cosa di più in mano. Sa cosa mi ha stupito?".

Cosa?

"Normalmente il PM chiede 10 ed il tribunale commina 6, 7 o 8. Qui in apparenza c'è una anomalia totale, visto che da 9 (punti di penalizzazione, n.d.r.) si è passati a 15, e probabilmente il criterio potrebbe essere stato quello che la pena per avere un senso deve essere afflittiva".

Penalizzando davvero la Juventus nella corsa Champions.

"L'ho interpretata così. Dopodichè, a livello teorico potrebbero anche non ottenere quello che vorrebbero ottenere. Mi spiego: se l'intento è quello di non farle disputare la prossima Champions, ipoteticamente i bianconeri potrebbero ugualmente raggiungerla con una grande rimonta, pur se difficile. O posso fare delle altre coppie. Probabilmente loro l'hanno incrementata per quanto potevano farlo.

Arriveranno altri due processi. A cosa porteranno?

"Intanto questo ha degli altri gradi di giudizio, vediamo. Poi è una bella domanda: se già è difficile commentare questa decisione... Possiamo ipotizzare soltanto che saltino fuori altri problemi, che però non dovrebbero incidere su questa decisione già presa. Nel senso: figurati se ti riduco questa pena qui se, chissà, magari in futuro prendi altre condanne per altri motivi".

Per altri club (al di fuori dei 9 noti), per i quali sono stati svolti in prima battuta degli accertamenti, come l'Inter, c'è qualche rischio o sono da considerare fuori pericolo?

"Se oltre a questi 9 club ne saltano fuori altri nove, beh allora partiamo dalla Serie B e tanti saluti (ride, n.d.r.). Al di là delle battute, il discorso di fondo è questo: anche la Juventus in prima battuta era stata assolta, ma quando saltano fuori altri elementi cambia tutto ed allora può esserci una Juventus-bis. Nel senso: la Juventus qualche mese fa magari era nella stessa posizione in cui sono altri club adesso, come l'Inter che lei cita. Se poi saltano fuori intercettazioni ovviamente se ne parla".