podcast

Stringara sui cali dell'Inter nei finali: "Ha tante alternative ma schiera sempre gli stessi"

PODCAST - Stringara sui cali dell'Inter nei finali: "Ha tante alternative ma schiera sempre gli stessi"TUTTOmercatoWEB.com
venerdì 26 novembre 2021, 13:41Podcast
di Adele Nuara

Intervista Paolo Stringara - Estratto Cominciamo Bene - 26/11/2021

Intercettato dalle frequenza di Radio Nerazzurra, l'ex calciatore nerazzurro Paolo Stringara ha parlato dell'Inter di Simone Inzaghi, approdata agli ottavi di finale di Champions dopo dieci anni: "Bisogna fare i complimenti a Inzaghi perché arrivare in una squadra nuova e soprattutto subentrare a un tecnico che ha vinto lo Scudetto non è mai semplice. È più facile allenare una squadra che l'anno prima ha fatto male perché se vincere è difficile, confermarsi lo è ancora di più. Inoltre ha dato una quadratura alla squadra e fiducia ai giocatori: ad esempio io non ho mai visto Perisic giocare così, ha sposato pienamente la causa dell'Inter e il ruolo che sta facendo".

È un'Inter diversa rispetto allo scorso anno qualitativamente?
"Dzeko non sta facendo pesare per niente l'assenza di Lukaku. Inoltre Darmian personalmente l'ho criticato molto, mi sembrava uno da compitino, che su dieci palloni che aveva ne passava nove indietro, quest'anno invece devo fare mea culpa perché sta facendo delle grandi cose".

A cosa sono dovuti i cali degli ultimi quindici minuti?
"Dipende da un discorso fisico: ad esempio vorrei contare i minuti che gioca Barella in un anno calcistico. I giocatori adesso sono sempre in campo tra campionato, coppe e nazionali. L'Inter è la squadra che ha più ricambi validi ma è quella che ha giocato di più con gli stessi, cambiando meno".