esclusiva

Pasinato: "C'è chi rema contro Inzaghi. Barcellona? Serve un miracolo"

ESCLUSIVA - Pasinato: "C'è chi rema contro Inzaghi. Barcellona? Serve un miracolo"TUTTOmercatoWEB.com
lunedì 3 ottobre 2022, 21:34Esclusive
di Daniele Najjar

Non esattamente la partita migliore per cercare di mettere fine ad un periodo di crisi: domani sera l'Inter affronterà il Barcellona di Xavi. Insomma l'avversario sbagliato al momento sbagliato, ma forse anche un'occasione per provare un'impresa che di colpo potrebbe far svoltare le cose. 

La redazione de L'Interista ha contattato in esclusiva l'ex difensore nerazzurro Giancarlo Pasinato per parlare del match in programma a San Siro e della delicata situazione in casa nerazzurra.

Giancarlo, quali sono i motivi di questa crisi?

"Non è semplice, da fuori giudicare. Ma se devo dire la mia, credo di capire che ci sia qualcosa contro l'allenatore da parte di qualche giocatore. E io sono quello che manderebbe a casa tutti gli altri, non l'allenatore. Chi non si impegna: via".

C'è chi rema contro, secondo te?

"Sì, probabilmente sì. Poi ci sono le assenze importanti, ma Lukaku non credo avrebbe fatto tutta la differenza per evitare questa situazione. C'è qualcosa che non quadra. Onana per esempio: mi viene il dubbio che il tecnico non possa schierarlo, per il peso di Handanovic nello spogliatoio".

Schiereresti il camerunese?

"Beh, credo che Samir sia uno di quelli che comanda il gruppo, non farlo giocare può portare degli scompensi. Ma a questo punto devi avere il coraggio di fare delle scelte forti. Anche con la Roma Samir poteva far meglio, soprattutto sul primo gol. Sul secondo sta fermo, ma lì c'entra anche la fase difensiva". 

I tre dietro non sono più una certezza.

"Bastoni sta rendendo al 30% rispetto a quanto ha fatto vedere gli scorsi anni. Skriniar anche. L'unico che sta facendo bene è Acerbi. Inzaghi ha insistito troppo per Skriniar: quando uno viene cercato da una squadra che si gioca la Champions o vuole andare via, bisogna lasciarlo andare. Dimarco fa l'esterno, se gli fai fare il terzo di difesa è fuori ruolo. A livello fisico paga se trova uno alto paga dazio, vedi Arnautovic".

Inzaghi non lo esonererebbe quindi, anche se lo Scudetto si allontana?

"Ha perso con il Bayern perché i tedeschi erano più forti. E il Barcellona non lo è? Se va mandato via, tanto vale mandarlo via subito se dipende da una partita così. Non è detto, per carità. Ma se lo tieni, lo fai fino alla fine dell'anno. Fai crescere il gruppo e i giovani come Asllani e Bellanova".

Ma il mancato Scudetto non sarebbe un fallimento?

"Lo sarebbe, anzi potrei quasi dire che lo è visto che la distanza è già molta. Non è che terrei Inzaghi, ma chi prendi? Chivu e Stankovic potrebbero far bene, ma andrebbero accompagnati e sorretti dalla società".

Arriva il Barcellona: quante possibilità ha l'Inter?

"Con tutto il bene che voglio a questa squadra, quella di domani è una sfida proibitiva e vincere sarebbe un miracolo, farebbe resuscitare la squadra.  Ma se anche l'Inter arrivasse terza nel gruppo non sarebbe un risultato da buttare e ti potresti giocare l'Europa League".