esclusiva

Mazzola: "Inter, allo scudetto credo ancora. Dimarco, che sorpresa"

ESCLUSIVA -  Mazzola: "Inter, allo scudetto credo ancora. Dimarco, che sorpresa"TUTTOmercatoWEB.com
martedì 15 novembre 2022, 21:31Esclusive
di Daniele Najjar

Quel che è fatto è fatto e arrivederci a gennaio: il Mondiale in Qatar si prende la scena: almeno per qualche settimana non ci sarà più spazio per campionati, Champions e coppe nazionali. 

È tempo dure dunque di trarre i primi bilanci. Abbiamo provato a trarne uno per l'Inter di Inzaghi, capace di un cammino tanto esaltante in Champions quanto altalenante in campionato. E lo abbiamo fatto con l'ex bandiera nerazzurra, Sandro Mazzola.

Sandro come giudica la prima parte di stagione dell'Inter?

"Nel complesso l'Inter mi è piaciuta e mi è piaciuta soprattutto una cosa, ovvero la voglia di vincere dei calciatori. Si vede che ce la mettono tutta, sempre, al di là del risultato".

Meglio in Europa che in campionato, dove è uscita sconfitta da tutti gli scontri diretti.

"Questo non me lo so spiegare: è davvero difficile da capire perché. L'Inter è una squadra molto forte. Magari le riprendiamo tutte nella seconda parte di campionato".

​​​​​​Lei quindi crede ancora che l'Inter possa avere speranze in ottica scudetto?

"Assolutamente, non tutto è perduto. Una squadra come l'Inter deve sempre puntare a vincere e dopo il Mondiale tante cose possono cambiare molto".

L'assenza di Lukaku quanto si è fatta sentire?

"Credo davvero moltissimo perché parliamo di un giocatore che fa la differenza nel campionato italiano. Quando Lukaku è in campo io mi sento tranquillo perché so che da un momento all'altro può inventare qualcosa per risolvere la partita".

Dzeko comunque lo ha sostituito discretamente.

"Sì Edin ha fatto molto bene nonostante fosse dato per partente ad inizio anno. Ha dimostrato di meritare ancora l'Inter con i suoi gol".

Chì l'ha sorpresa di più, in un senso o nell'altro?

"Facile dire Dimarco. Sarò sincero: ad inizio stagione non sapevo quanto aspettarmi da lui perché non lo avevo seguito così bene nel suo percorso. Ma ha fatto davvero molto bene dimostrando tutto il suo valore e conquistando il posto da titolare meritatissimo". 

Ora il mondiale senza l'Italia farà il tifo per qualcuno?

"Tifo per nessuna, c'è solo l'Italia (ride, ndr). Ma seguirò con piacere e attenzione i giocatori solo questo".