esclusiva

Lautaro, sostegno da Bahia Blanca: "Ci è già passato, è maturo: tornerà al gol"

ESCLUSIVA - Lautaro, sostegno da Bahia Blanca: "Ci è già passato, è maturo: tornerà al gol"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
giovedì 11 novembre 2021, 14:46Esclusive
di Daniele Najjar

"Lautaro è diverso, oggi, è cresciuto molto. La paternità ti tranquillizza, ti dà più forza". L'attaccante numero 10 dell'Inter non sta vivendo il suo momento migliore, visto che non trova la via del gol dalla trasferta di Sassuolo, vinta per 2 a 1 dai nerazzurri. Nonostante questo, però, il Lautaro di oggi, affronta la cosa in modo diverso, anche grazie alla sua famiglia, a detta di Fabian Rodriguez, giornalista di Bahia Blanca (per il giornale "La Nueva" e conduttore dei programmi "A La Cancha" e "Tries en el fondo"), che lo ha visto crescere dai tempi del Liniers: "Sicuramente ora vede le cose da un'altra prospettiva" - afferma Rodriguez ai microfoni de L'Interista - ", da un altro punto di vista. Ora lo vedo molto più maturo. Questo lo aiuterà sicuramente ancora di più a crescere come calciatore, oltre che a superare i momenti in cui il gol non arriva".

Nessun allarme-Lautaro, dunque: "Deve solo continuare a fare quello che sta facendo, rimanendo tranquillo. Credo che non abbia mai perso la serenità. E' un attaccante che si rende poi utile in tanti modi, oltre che con i gol. Ha passato un periodo simile nella Seleccion argentina, superandolo senza troppi problemi. Ha già l'esperienza necessaria per mettersi subito alle spalle questo periodo. In poco tempo riuscirà a togliersi questa "spina", è una cosa temporanea e presto tornerà a segnare con continuità".

Di certo è palese la fame, di vittoria e di gol, che Lautaro sente dentro e che dimostra in ogni giocata e nella gestualità: "Sì, è così, ha questo carattere e questa fame per i quali non gli piace perdere in nessuna cosa che fa. Una cosa anche comune a tanti argentini. E' sempre stato così, lo conosciamo. Senza carattere e personalità non vai avanti, lui ne ha da vendere. Penso che stia crescendo molto anche da questo punto di vista, fa parte del suo processo di consacrazione, il fatto di "calmarsi". D'altronde stiamo parlando di un attaccante di livello mondiale, è normale che voglia sempre ottenere il massimo".

"Mi piacerebbe" - conclude - "vedere più spesso una coppia differente, per esempio Sanchez-Lautaro, Correa- Lautaro. Lui e Dzeko come coppia non mi convincono fino in fondo, Edin non ha le stesse caratteristiche di Lukaku, che ben si sposavano con quelle del Toro".