esclusiva

Brehme: "Inter, con il Bayern dovrai essere perfetta. Derby? Un incidente"

ESCLUSIVA - Brehme: "Inter, con il Bayern dovrai essere perfetta. Derby? Un incidente"
lunedì 5 settembre 2022, 14:53Esclusive
di Daniele Najjar

Nemmeno il tempo di leccarsi le ferite ed analizzare i problemi dopo il tonfo nel derby che l'Inter deve già rituffarsi in un altro big match: la testa ora va a mercoledì ed alla sfida di Champions contro il Bayern Monaco. 

Un match quasi proibitivo, che arriva in un momento già delicato e nel quale i nerazzurri non potranno ancora contare su Romelu Lukaku. La redazione de L'Interista ha contattato in esclusiva un grande doppio ex della sfida, Andreas Brehme, che proprio in queste settimane ha reso nota la prossima uscita della sua nuova autobiografia: "Beidfussig, von Barbmek bis San Siro" (ovvero: "Ambidestro, da Barbmek a San Siro”, che è già possibile preordinare dal portale Bettinger Media).

Andreas, che ne pensa delle difficoltà mostrate dall'Inter in questa partenza, in particolare nelle sconfitte con Lazio e Milan?

"Penso semplicemente che la stagione sia appena cominciata, dunque non sono eccessivamente preoccupato per i nerazzurri, anche se ci sono stati un paio di incidenti. Ma la lotta per lo Scudetto sono certo che sarà lunga e serrata fino all'ultima giornata di campionato e comprenderà anche l'Inter".

Quante possibilità crede abbia l'Inter contro il Bayern, mercoledì?

"Considero il Bayern Monaco come uno dei top club in Europa e l'Inter dovrà di conseguenza dare il meglio di sé, facendo una partita perfetta se vorrà vincere. Ma questa è la Champions League e tutti i giocatori amano e sognano questi big match".

Pensa che Lautaro Martinez sia pronto per provare di essere un campione in queste partite?

"Sì, certamente. Credo che lo sia perché è certamente uno dei giocatori in grado di cambiare le sorti di una partita come questa con una giocata".

Quanto potrà essere importante un giocatore come Lukaku in questa stagione, anche per rientrare subito in carreggiata?

"Tutti noi sappiamo chi è e cos'è in grado di fare, lo ha dimostrato con questa maglia. Sono molto contento del fatto che sia tornato a casa".

Dove può arrivare questa squadra in campionato ed in Champions?

"Per il campionato spero che possa vincere lo Scudetto. Per quanto riguarda invece la Champions, credo che possa farcela a superare il girone, seppur difficile ed andare avanti. Poi, una volta agli ottavi, nelle partite ad eliminazione diretta può succedere di tutto".

Gosens ha ricevuto qualche critica in questo inizio di stagione: le metterà a tacere?

"Certo che sì. Sono sicuro che Robin ci farà divertire molto nei prossimi mesi, ha solo bisogno di tempo".