esclusiva

Ballotta: "Ora l'Inter ha 22 titolari. Lukaku è tornato con l'atteggiamento giusto"

ESCLUSIVA - Ballotta: "Ora l'Inter ha 22 titolari. Lukaku è tornato con l'atteggiamento giusto"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico Gaetano
lunedì 1 agosto 2022, 20:36Esclusive
di Daniele Najjar

Gli ultimi ritocchi, sempreché non serva sostituire un big (Skriniar su tutti) in partenza: l'Inter inizia agosto senza particolari movimenti nel mercato d'entrata, mentre la preparazione all'inizio del campionato 2022/23 procede spedita.

La redazione de L'Interista ha contattato in esclusiva l'ex portiere nerazzurro Marco Ballotta, per parlare di come si stanno muovendo le big del calcio italiano nel corso di quest'estate.

Come giudica il mercato di Inter e Juventus, che dovevano rispondere allo scudetto del Milan?

"Inter e Juventus si stanno muovendo bene sul mercato, facendo ottimi acquisti. Il ritorno di Lukaku è importante, con lui l'Inter entra in campo ancora più convinta di poter vincere lo Scudetto. Perché già l'anno scorso partiva come la squadra più attrezzata e lo sarà ancora".

E il Milan?

"Il Milan è stato più forte e costante, è importante non avere alti e bassi. Poi sarà il campo a parlare, ma io guardo l'Inter più delle altre anche per il fatto che l'allenatore ha un anno in più d'esperienza nel mondo nerazzurro. Questo vuol dire molto. La vedo più squadra, ma ci saranno 3 squadre a giocarsi la posta".

Al di là di Lukaku, non ti sembra che l'Inter abbia puntato a colmare tante lacune della rosa, alzando il livello della qualità medio anche in panchina?

"Sì, è così, lo ha fatto. Per quello la vedo davanti a tutti: ha un paio di giocatori in tutti i ruoli che possono giocare titolari. Ha 22-23 titolari. Non è una cosa di poco conto, secondo te, visto che ci sono sempre più partite da giocare. C'è anche la Juve certamente, ma la vedo con qualcosina in meno".

Il tuo giudizio cambierebbe se partisse Skriniar?

"Se riesci a mantenere i giocatori buoni è sempre meglio. Se ci fosse la sua cessione per incassare qualche soldino, penso che una buona parte verrebbe investita, perché in ogni caso serve un giocatore in quel ruolo. Non penso che vadano a prendere uno tanto per prenderlo: se partisse lo slovacco, ne arriverebbe un altro di livello".

Lukaku trova un allenatore diverso rispetto alla prima esperienza milanese.

"Avrà comunque un impatto importante. Poi sarà il campo a parlare, ma è partito bene. Ha voglia di riscatto, è determinato, voglioso. Nonostante qualche polemica per il suo ritorno ci sia stata. Ha fatto poco quest'anno e vorrebbe rifarsi all'Inter, dove ha fatto bene: non è mai facile farlo, ma lo vedo con il piglio giusto".

Handanovic-Onana: è un vantaggio o un rischio avere due portieri di livello?

"Dipende chi sono i portieri in questione. Handanovic lo conosciamo, quindi deduco che si sia messo nell'ordine delle idee di poter stare a guardare qualche volta di più dalla panchina, lasciando che anche Onana si giochi le sue carte. Dico questo perché fino ad oggi Handa non ha fatto questo, non faceva giocare neanche le amichevoli ai portieri dietro di lui (ride, n.d.r.). Ma siccome lo conosco so che è intelligente e sa che l'età passa per tutti".