podcast

Galli (Assoagenti): "Spesso non siamo tutelati sulle commissioni"

PODCAST - Galli (Assoagenti): "Spesso non siamo tutelati sulle commissioni"
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
venerdì 4 febbraio 2022, 07:30Podcast
di Luca Chiarini

Giuseppe Galli intervistato da Francesco Benvenuti e Niccolò Ceccarini

"Noi agenti italiani vorremmo per primi vederci con le istituzioni per una tavola rotonda. Da anni". Una regolamentazione del ruolo dei procuratori è possibile. A sostenerlo è nientedimeno che Giuseppe Galli, presidente dell'Assoagenti, ai microfoni di TMW Radio: "Almeno con Gravina qualcosa stiamo facendo… Se si vuole, qualcosa di buono può venire fuori: anche secondo noi dovrebbero esserci paletti e situazioni da limare. Non accetto però la caccia alle streghe: quando si parla di scorrettezze, non si trovano agenti italiani. C’è una grande società come il Bayern, dove un importantissimo agente è entrato una volta e poi mai più. Questo deve essere fatto, evitare gli agenti scorretti”.

Le commissioni sono un problema?
"Non faccio nomi, ma dovevo portare un calciatore in una società che però mi ha detto che con gli intermediari non parla. Alla fine però qualcuno devono prendere... Vedo giocatori che guadagnano 8 milioni l'anno e sono in panchina. La colpa è dell'agente? Gli agenti sono i primi a volere che il calcio rimanga nel binario giusto. In più dico che spesso non siamo tutelati sulle commissioni: se si mettesse che i club non si iscrivono se non le pagano, allora vedrete che ci penseranno su".