Accadde nel mondo Inter il 2 agosto: 3-0 all'Hajduk Spalato in Europa League

Accadde nel mondo Inter il 2 agosto: 3-0 all'Hajduk Spalato in Europa LeagueTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
martedì 2 agosto 2022, 07:45Inter Story
di Tommaso De Lorenzis
fonte www.storiainter.com

EUROPA LEAGUE 2012/13

Spalato, 02 agosto 2012 - andata terzo turno preliminari

Hajduk Spalato - Inter 0-3

Hajduk Spalato: Blazevic, Vrsajevic, Maloca, Milovic, Jozinovic, Andrijasevic (54' Milic), Radosevic, Oremus (77' Tomas), Caktas, Ozobic (46' Maglica), Vukusic. A disposizione: Vugdelida, Lustica, Vukovic, Jonjic. Allenatore: Miso Krsticevic

Inter: Handanovic, Jonathan, Silvestre, Chivu (46' Samuel), Nagatomo, Zanetti, Cambiasso, Guarin, Palacio, Milito (76' Livaja), Sneijder (65' Coutinho). A disposizione: Castellazzi, Mudingayi, Benassi, Mbaye. Allenatore: Andrea Stramaccioni

Reti: 18' Snejder, 44' Nagatomo, 73' Coutinho

Arbitro: Hüseyin Göcek (Turchia)

Note: spettatori 35.000 circa; angoli 6 a 4 per l'Inter; ammonito al 18' Maloca; recupero pt 1', st 2'. Stadio Poljud infuocato, come ci si aspettava, per questo inizio di cammino europeo dell'Inter oggi in maglia rossa. 'Hajduk' vuol dire 'combattente' e la squadra croata dimostra di esserlo sin dalle prime battute, ma all'Inter la voglia di lottare non manca al 18' passa in vantaggio con Sneijder che, servito da Milito, supera in dribbling i centrali dell'Hajduk e di destro manda il pallone in rete sotto l'incrocio dei pali. Da questo momento la manovra dell'Inter cresce e al 44' giunge il raddoppio, gran destro a giro dalla sinistra di Nagatomo, servito da Sneijder, che, grazie alla deviazione di Maloca, supera Blazevic. Dopo un minuto di recupero si conclude la prima frazione di gioco che vede i nerazzurri in vantaggio per 2-0. La ripresa inizia con Samuel al posto di Chivu e con la squadra di Stramaccioni padrona del campo, mentre l'Hajduk sembra non avere la capacità di riaprire la partita. Al 73' Coutinho segna il terzo gol, grande interno destro dal limite dell'area con il pallone che s’insacca a fil di palo. A dieci minuti dalla fine decisivo è poi Handanovic, che salva sul destro di Maglica. Dopo due minuti di recupero, la gara si conclude con la vittoria nerazzurra per 3-0