Accadde nel mondo Inter il 10 agosto: doppia vittoria nelle coppe Europee

Accadde nel mondo Inter il 10 agosto: doppia vittoria nelle coppe EuropeeTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
mercoledì 10 agosto 2022, 06:30Inter Story
di Tommaso De Lorenzis
fonte www.storiainter.com

CHAMPIONS LEAGUE 2005/06 - Donetsk, 10 agosto 2005 - andata turno preliminare champions league

Shakhtar Donetsk - Inter 0-2

Shakhtar Donetsk: Lastuvka, Srna, Barcauan, Hubschman, Rat, Duljaj (70’ Fernandinho), Tymoshchuk, Matuzalem, Elano (58’ Jadson), Byelik (72’ Marica), Brandao. A disposizione: Stipe, Stoican, Lewandowski, Seyhan. Allenatore: Lucescu

Inter: Julio Cesar, J. Zanetti, Cordoba, Materazzi, Favalli, Stankovic, Veron (77’ Pizarro), Cambiasso, Solari (65’ Zè Maria), Martins, Adriano. A disposizione: Toldo, C. Zanetti, Cruz, Recoba, Samuel. Allenatore: Mancini

Reti: 67’ Martins, 78’ Adriano

Arbitro: Alain Hamer (Lussemburgo)

Note: partenza fortissima dello Shakhtar che nei minuti iniziali si affaccia in più occasioni dalle parti di Julio Cesar. Poi, con il passare del tempo, improvviso e veemente risveglio dei nerazzurri che al 20’ protestano per un intervento dubbio della difesa ucraina su Martins lanciato a rete. Passa qualche istante ed è ancora l’attaccante nigeriano che si rende pericoloso su azione di contropiede. Al 37’ Inter vicinissima al gol: delizioso assist di tacco di Adriano per l’accorrente Cambiasso che tenta una spettacolare deviazione a rete con la punta del piede, Lastuvka para non senza difficoltà. Al 41’ ancora Inter pericolosa: angolo dalla destra di Veron, colpo di testa di Materazzi e palla che s’infrange sulla traversa prima di essere allontanata dalla difesa dei padroni di casa. La prima frazione di gioco si chiude, dopo due minuti di recupero, sul punteggio di 0-0 e il secondo tempo inizia all’insegna dell’agonismo, in una manciata di minuti finiscono sul taccuino del direttore di gara Adriano, Cambiasso e Brandao. Al 67’ l’ Inter passa in vantaggio: velo di Martins per Adriano che di tacco indirizza verso Martins stesso, tocco ad anticipare l’uscita di Lastuvka e pallone in rete. Al 78’ giunge il raddoppio dell’Inter: preciso traversone di Zè Maria, dalla destra, per la testa di Adriano, tocco potente e preciso e pallone che s’infila tra palo e portiere. Nel finale l’Inter sfiora anche il terzo gol con Cambiasso e il risultato non cambia più fino al triplice fischio del signor Hamer che arriva dopo 3 minuti di recupero: Inter batte Shakhtar per due reti a zero.

EUROPA LEAGUE 2019/20 - Düsseldorf (campo neutro), 10 agosto 2020 - quarti di finale

Bayer 04 Leverkusen - Inter 1-2

Bayer 04 Leverkusen: Hradecky, L. Bender (86' Bellarabi), Tah, Tapsoba, Sinkgraven (68' Wendell), Palacios (59' Bailey), Baumgartlinger (68' Amiri), Havertz, Demirbay, Diaby, Volland (86' Alario). A disposizione: Özcan, Lomb, Dragovic, Weiser, Wirtz. Allenatore: Peter Bosz

Inter: Handanovic, Godin, De Vrij, Bastoni (84' Skriniar), D'Ambrosio (59' Moses), Barella, Brozovic, Gagliardini (59' Eriksen), Young, Lukaku, Lautaro Martinez (64' Sanchez). A disposizione: Padelli, Sensi, Ranocchia, Borja Valero, Esposito, Agoumé, Biraghi, Candreva. Allenatore: Antonio Conte

Reti: 15' Barella, 21' Lukaku, 24' Havertz

Arbitro: Carlos del Cerro Grande (Spagna); assistenti Juan Carlos Yuste e Roberto Alonso Fernandez; IV° uomo Jesús Gil Manzano; assistenti VAR Alejandro Hernández e José María Sánchez

Note: spettatori assenti causa COVID-19; angoli 6 a 3 per il Bayer Leverkusen; ammonito al 31' D'Ambrosio, 43' Sinkgraven, 48' Lars Bender, 81' Antonio Conte, 85' Eriksen, 87' Tapsoba, 97' Barella; recupero pt 1', st 7'.

Ottimo avvio d' incontro da parte dell' Inter la quale non permette ai tedeschi di ragionare effettuando un pressing asfissiante a tutto campo. E i frutti di tale atteggiamento giungono già al 15': lancio per Lautaro Martinez il quale di tacco serve Young, sfera a centro area per Lukaku che resiste a diverse cariche e girandosi tira di sinistro, pallone ribattuto e che giunge a Barella il quale dal limite dell' area trova, di destro, il corridoio giusto per battere l' incolpevole Hradecky, Inter in vantaggio. Passata in vantaggio, l' Inter non si ferma, sfiora il gol ancora con Barella che con la porta tutta spalancata tira addosso ad un difensore, e al 21' raddoppia: Young serve a centro area Lukaku il quale si gira e viene messo a terra da Tapsoba, sarebbe sicuramente calcio di rigore ma lo stesso Lukaku, da terra, riesce a tirare e a mettere il pallone alle spalle di un sorpreso Hradecky. Sembra tutto facile per l' Inter che al 23' ha l' occasione per segnare il terzo gol: lancio a campo aperto per Lukaku il quale semina tutti gli avversari e si presenta da solo davanti al portiere del Bayer, tiro di sinistro e questa volta l' estremo difensore mette una pezza deviando il pallone con una tempestiva uscita. Passa un minuto, e la legge del calcio è ancora una volta spietata: azione insistita del Bayer, batti e ribatti e sfera che giunge a Havertz, in piena area di rigore nerazzurra, tiro da distanza ravvicinata e pallone in rete, gol mancato, gol subito e Bayer che accorcia le distanze. L' Inter reagisce subito, si riporta in avanti e al 27' un traversone di D' Ambrosio viene toccato, secondo l' arbitro, con un braccio da Sinkgraven, calcio di rigore per l' Inter che dopo un lungo consulto con il VAR non viene, giustamente, più concesso. L' Inter continua a controllare bene l' incontro e fine primo tempo che la vede in vantaggio di un solo gol. La ripresa inizia come il primo tempo, Inter in avanti e Bayer che non riesce ad imbastire alcuna azione pericolosa. Due conclusioni di Gagliardini che non hanno fortuna, tiro di Lukaku respinto da un difensore e dopo una girandola di sostituzioni, al 61', giunge l' unico tiro in porta del Bayer: Barella perde palla a centrocampo, sfera che giunge a Demirbay, tiro dalla distanza con Handanovic che devia la sfera in calcio d' angolo. Al 66' meraviglioso passaggio di Eriksen per Sanchez il quale, da centro area, si vede respingere il tiro a colpo sicuro da un ottimo Hradecky. Al 75' è la volta di Brozovic ad avere l' opportunità di segnare il terzo gol, ma i suoi tiri vengono sempre murati da un difensore avversario. All' 84' lancio di Sanchez per Lukaku il quale penetra in area e tira di sinistro con il pallone che è deviato da Tah in calcio d' angolo. All' 88' problema muscolare per Sanchez il quale rimane stoicamente in campo perchè Conte ha esaurito le tre finestre per le sostituzioni. Sei minuti di recupero e al primo di essi, Eriksen vene messo a terra, in area di rigore, da Bellarabi. L' arbitro concede il calcio di rigore, ma la VAR richiama lo stesso che, dopo aver consultato le immagini, ritorna sui suoi passi e concede un calcio di punizione per i tedeschi perchè Barella, in caduta, tocca la sfera con un braccio. Il Bayer tenta l' arrembaggio, ma i nerazzurri tengono benissimo e al termina dei minuti di recupero il sig. Carlos del Cerro Grande decreta la fine dell' incontro. Inter in semifinale.